mondiale f1 1974

Ripartì ultimo, staccato di 3 giri dal primo. Gli pneumatici risultavano molto deteriorati e vi era un problema all'impianto frenante. From this point, each team only changed numbers if they had the driver who had won the World Drivers' Championship - the winning driver taking the number 1 and his teammate the number 2, and the team that had previously had those numbers switching to the newly-vacated ones. Alla partenza scattò bene il poleman Carlos Reutemann, che conduceva davanti a James Hunt; dietro, Niki Lauda passò subito Carlos Pace e Jody Scheckter, così come l'altro ferrarista Clay Regazzoni, che prese la posizione al suo principale rivale per il titolo, Emerson Fittipaldi. A causa della rottura di una sospensione della sua Shadow, il pilota statunitense Peter Revson uscì di pista alla Barbecue, alla velocità di circa 200 km/h. Fu Ronnie Peterson a fregiarsi del numero 1, unico caso nella storia del mondiale, dall'introduzione dei numeri fissi, in cui tale numero non fu attribuito, per la stagione, a un campione del mondo uscente. Al via Ronnie Peterson pattinò leggermente, ma riuscì a prevalere sulle due Ferrari di Niki Lauda e Clay Regazzoni. Jacky Ickx chiuse sul gradino più basso del podio, davanti a Clay Regazzoni e Carlos Reutemann. Mass perse due posizioni, a favore delle due Lotus di Ronnie Peterson e Jacky Ickx. La vettura, la RJ02, era stata concepita da Ray Jessop, su richiesta di Ron Dennis, manager della scuderia di Formula 2 Rondel. Era stato anche ipotizzato che il sudafricano potesse, nel 1975, essere impiegato stabilmente dal team britannico.[41]. Nella gara di Zandvoort la Iso-Williams affiancò ad Arturo Merzario il pilota locale Gijs van Lennep, già impiegato nel Gran Premio del Belgio, in luogo di Tom Belsø. 1980. Al giro 60 vi fu anche il ritiro definitivo per Peterson, ormai lontano dalla zona dei punti. Mondiale 1974 1973. La stagione 1981 del Campionato mondiale FIA di Formula 1 è stata, nella storia della categoria, la 32º ad assegnare il Campionato Piloti e la 24º ad assegnare il Campionato Costruttori. The following teams and drivers contested the 1974 World Championship. [3], The FIA did not award a championship classification to drivers who did not score championship points[1] and did not apply a classification tiebreaker system to drivers gaining an equal number of championship points. This system meant that, for example, Tyrrell - who never again won either title - maintained the numbers 3 and 4 right through until the system was changed in 1996. Al giro 65 terminò la gara di Regazzoni, comodo terzo, che, a causa di un problema alla pressione dell'olio del motore, fu costretto a rientrare ai box. L'olandese aveva già disputato, nel 1973, tre gare con la scuderia anglo-italiana. Lauda was now leading Jean-Pierre Jarier's Shadow, Peterson and Scheckter. Nello stesso giro Fittipaldi scalò quinto, dopo aver passato Jody Scheckter. Emerson Fittipaldi finished fourth to ensure that he was the World Champion, beating Regazzoni by three points. Points towards the World Championship of F1 Drivers were awarded on a 9–6–4–3–2–1 basis for the first six finishers in each race. Il gallese terminò la sua gara appena un giro dopo, col motore ormai fuori uso. Al sessantanovesimo giro Hailwood ebbe la meglio anche su Beltoise, passato poco dopo, anche lui da Jean-Pierre Jarier. Peterson led at the start, whereas fellow front-row starter Regazzoni spun, causing chaos. [18], Dal Gran Premio del Sudafrica la Hesketh partecipò, per la volta in una gara valida per il mondiale, quale costruttore, abbandonando così l'uso di vetture costruite da altre case. Race results shown within brackets indicate that points were awarded but not retained. Pace took second from Hunt with four laps left, as the Englishman was suffering from fading brakes. L'austriaco passò subito il pilota della McLaren, ponendosi quarto, alle spalle di Carlos Reutemann, Denny Hulme e Ickx. Si raggiunse un compromesso che prevedeva due giri di formazione, anziché uno solo, prima della partenza. Nel secondo giro Jacky Ickx prese la posizione a Stuck. Jody Scheckter, quarto, si consolò col primo giro veloce in una gara valida del mondiale. Il comando della gara cambiò al terzo giro, quando Reutemann superò Peterson. Al giro 66 Mike Hailwood passò Hulme, posizionandosi sesto. [33] Il team Gunston impiegò, invece, due Lotus72E per Paddy Driver (già presente nell'edizione del 1963, anche se non partito) e Ian Scheckter, all'esordio nel campionato, fratello più anziano di Jody, pilota della Tyrrell. Al ventesimo giro Ronnie Peterson fu costretto infine ai box per sostituire la gomma che si stava afflosciando. Ora, al comando, si trovava Ronnie Peterson, davanti a Emerson Fittipaldi e Jody Scheckter. Non si ripresentò più il Team Canada F1 Racing.[31]. [30] Nell'ultima gara della stagione, a Watkins Glen la Lotus portò una terza vettura, per Tim Schenken, che in stagione era stato impiegato in diverse occasioni dalla Trojan. Emerson Fittipaldi ottenne il suo dodicesimo successo nel mondiale, affiancando in vetta alla classifica dei piloti Regazzoni, che chiuse secondo. Seguivano poi Clay Regazzoni, Jody Scheckter, Patrick Depailler, Jean-Pierre Beltoise e Denny Hulme. Il pilota uscì invece indenne dall'abitacolo. Al giro 58 Beltoise superò Fittipaldi, per il quinto posto. Carlos Reutemann, molto staccato, si fermò per dei problemi di vibrazione, e dopo un paio di giri, riprese il gran premio. Nel corso del quarantasettesimo passaggio il pilota gallese fu passato da entrambi. Patrick Depailler, poleman della gara, partì peggio del suo compagno di scuderia Jody Scheckter, che si pose così al comando. ... 1977 doppio niki. Il francese, al giro 44, passò anche Patrick Depailler. Al giro 19, poco prima della curva 3, Jochen Mass cercò di passare Mario Andretti: lo statunitense riuscì a staccare all'ultimo, costringendo però Mass a portarsi in mezzo alla pista per evitare il contatto. Il problema della gomme costò poi a Hulme due posizioni, passato da Stuck e Merzario. Seguivano, dall'ottavo posto in poi, Carlos Reutemann, Patrick Depailler e Ronnie Peterson. La gara di Fittipaldi s'interruppe al giro 28: una perdita d'olio lo costrinse a parcheggiare la sua monoposto alla Villeroy. Un'altra Brabham venne guidata da Gérard Larrousse, pilota francese, che prese il posto dell'infortunato Silvio Moser alla Scuderia Finotto. Jarier cedette la sua posizione a Peterson, al giro 25. Two F1 drivers died over the course of the season, Peter Revson in a practice session accident at the South African GP in March, then Austrian newcomer Helmuth Koinigg at the US GP in October. L'elvetico rientrò in gara settimo. Lauda took pole again in France, with Peterson in second, and Tom Pryce in the Shadow a surprising third. Pur con le scuderie pronte a passare alle gomme da bagnato, la direzione di corsa decise di concludere la gara anzitempo. La Penske aveva sponsorizzato una McLaren nel 1971, nelle due gare del Nord America, ottenendo anche un podio con Mark Donohue. In compenso la Iso-Williams iscrisse una seconda macchina, guidata dal pilota danese Tom Belsø. The next race was in Belgium, and Regazzoni continued Ferrari's streak of poles, and Jody Scheckter's Tyrrell taking second with Lauda third. 1981 trionfo turbo a monaco. Numbers without parentheses are Championship points; numbers in parentheses are total points scored. Scheckter era quinto, mentre Fittipaldi restava sesto, anche se, con Regazzoni lontano dai punti, al brasiliano sarebbe bastato, per il titolo, che Scheckter non vincesse il gran premio. Al dodicesimo giro terminò la gara anche per Hailwood. La vettura di Lauda aveva perso i pesi di bilanciamento delle ruote anteriori, cosa che provocava forti vibrazioni. Sulla vettura si era scatenato anche un piccolo incendio, presto domato dai commissari. Il team britannico di Formula 5000 Dempster International Racing Team iscrisse una March 731, utilizzata l'anno precedente dalla Hesketh. Fittipaldi, Ronnie Peterson and Carlos Reutemann each won three races, Jody Scheckter and Niki Lauda two each, Regazzoni and Denny Hulme, who retired at the end of the season, one each. L'austriaco decise di non passare ai box, ma ciò permise a Scheckter di avvicinarsi. Già al terzo giro Regazzoni dovette cedere una posizione, a Scheckter. [20], Nel Gran Premio del Belgio fu il turno per l'esordio nel mondiale per la Token. Circuito corto, poco più lungo di 3 kilometri, dotato di infrastrutture non di ampie dimensioni, presentava un lungo rettilineo, e una zona mista, che riportava al rettilineo di partenza. Carlos Reutemann riportò il primo successo nel mondiale, seguito da Jean-Pierre Beltoise (all'ultimo podio per la BRM) e Mike Hailwood. Al primo andavano 9 punti, 6 al secondo, 4 al terzo, 3 al quarto, 2 al quinto e 1 al sesto classificato. Nello stesso giro Pace cedette ancora un posto, questa volta a favore di Ronnie Peterson, mentre James Hunt fu costretto ai box per il cambio degli pneumatici. Probabilmente entrambi i piloti subirono la foratura passando sui detriti lasciati dalla vettura di Stuck. Un giro dopo, a causa della rottura della sospensione posteriore, James Hunt partì in testacoda, e fu costretto al ritiro. Defending champion Jackie Stewart did not drive in 1974, having announced his retirement at the end of the previous season. Attorno al ventiduesimo giro anche la Ferrari di Lauda iniziò a sperimentare dei problemi tecnici, agli ammortizzatori. Il brasiliano si fermò, al ventiduesimo giro, ai box, per la sostituzione dello pneumatico posteriore sinistro. Kinnunen fu anche l'ultimo pilota a correre in F1 senza utilizzare un casco integrale. Hulme went on to win, with Lauda and Regazzoni completing the podium after Reutemann ran out of fuel on the last lap. Aveva un a certa esperienza sia nella gara di durata che in Formula 2. This left Lauda to take his first career win, and Regazzoni to complete a Ferrari 1–2, with Fittipaldi third. Al ventiduesimo giro Pace fu costretto al ritiro, per un guasto al motore; ciò consentì a Regazzoni, che dopo il problema al via era sceso lontano dai primi, di scalare settimo. Patrick Depailler, secondo, colse il suo primo podio, mentre James Hunt, terzo, fece ottenere alla Hesketh il primo arrivo nei primi tre, da quando la scuderia costruiva il proprio telaio. Regazzoni si trovò senza benzina, concluse la gara, ma alle spalle di Scheckter. Denny Hulme, dopo aver utilizzato il numero 56 nella gara del Jarama, tornò al suo tradizionale numero 6.[21]. De Bagration era figlio della famiglia reale della Georgia, nato a Roma, ma presto trasferito in Spagna. The ever fearsome Nürburgring played host to the German Grand Prix once again in 1974, a surprise to some given the relatively recent demise of Spa-Francorchamps as host of the Belgian Grand Prix. Al trentatreesimo giro cambiò il leader della gara. Arturo Merzario in the Iso-Marlboro team was an amazing third on the grid. Fittipaldi thus won the race, from Lauda, with Scheckter third after Regazzoni suffered fuel feed problems on the last lap. Il margine dello svedese si ampliò verso i tre quarti di gara, quando Niki Lauda fu costretto a rallentare il ritmo, per un problema all'impianto dei freni. La Surtees decise di sostituire José Dolhem con Derek Bell, che aveva corso il suo ultimo gran premio nel 1972, il Gran Premio degli USA, con la Tecno. Reutemann, eager to make up after his bad luck in Argentina, took the lead at the start, with Peterson up to second. La Hill, oltre al veterano Graham Hill, portò l'esordio il britannico Guy Edwards.[16]. Al quarantaduesimo giro dovette ritirarsi anche Pace, per una perdita di carburante; poco dopo Regazzoni dovette cedere anche a Ronnie Peterson, che così si trovò secondo, alle spalle di Reutemann. Non venne confermata la terza Surtees per Dieter Quester. Approximately US $9.46 (including shipping) MEDAGLIA CAMPIONATO MONDIALE FORMULA 1 ACCORDO AGIP FERRARI 1974 SILVER . La rimonta del ticinese della Scuderia Ferrari proseguì quando, al quinto giro, Regazzoni passò anche Reutemann, posizionando così due vetture di Maranello nei primi due posti. Ronnie Peterson recuperò la quarta piazza al giro 19, quando sorpassò Scheckter. Al giro 18 Peterson passò Carlos Reutemann, scalando settimo. 1981 trionfo turbo a monaco. Nei giri successivi lo svedese della Lotus dovette cedere anche a Hailwood, Lauda e Pace. Rientrò nel campionato anche Chris Amon con la sua scuderia omonima. 1982 inarrestabile 308 gtb. Partirono molto bene le due Ferrari, con Niki Lauda in testa, alla prima curva, davanti a Emerson Fittipaldi, e Clay Regazzoni, che s'inserì al terzo posto. Pilette aveva però disputato varie gare non valide come prove di Campionato, al volante sempre di vetture di Formula 5000. Il segnale del via venne dato con un certo anticipo, cosa che provocò una certa confusione. 1952 marzotto re a monaco. Carlos Reutemann venne confermato alla Brabham, dove fece l'esordio in F1 il pilota britannico Richard Robarts, proveniente dalla F3. Rientrò nel campionato anche la AAW Racing, col solito Leo Kinnunen al volante di una Surtees. Due giri dopo cambiò il leader della gara: Ronnie Peterson attaccò Lauda alla curva Pouas, prima di passarlo all'interno della curva La Fouine. Al giro 41 Jacky Ickx fu costretto ai box per un problema simile a quello del compagno di team, Peterson, ovvero uno pneumatico era prossimo a uscire dal suo mozzo. Nell'ultimo giro ci fu l'ultimo colpo di scena, con Brambilla che, a causa della mancanza di benzina, fu costretto a fermarsi, perdendo la possibilità di giungere nella zona dei punti. Regazzoni was recovering from his spin, and passed Hailwood soon after. Venne iscritta una seconda Hesketh dal Penthouse Rizla Racing per Guy Edwards. Al giro 28 terminò il gran premio anche per Hunt, che era sesto, per un guasto alla trasmissione della sua Hesketh. Lauda rallentò nella discesa verso il Mirabeau, dando via libera a Peterson. Regazzoni e Ickx completarono il podio. La monoposto di infranse contro le barriere e prese fuoco; malgrado l'intervento di Graham Hill, Emerson Fittipaldi, Eddie Keizan e Denny Hulme, poté essere estratto dall'abitacolo solo dopo qualche minuto, e dopo l'arrivo di un mezzo antincendio. The season also included three non-championship races. Al giro 36 Ronnie Peterson dovette fermarsi ai box col timore che le gomme posteriori stessero per staccarsi dalla monoposto: lo svedese rientrò in pista lontano dalla zona dei punti. Nel frattempo Watson veniva superato anche da Vittorio Brambilla. Reutemann got the better of Lauda at the start, with Regazzoni fourth behind the second Brabham of Carlos Pace, and Fittipaldi down to seventh behind Scheckter. Molte scuderie decisero di rinunciare alla trasferta nordamericana. L'errore di guida gli costò cinque posizioni in classifica. Dopo questi avvenimenti, alle spalle di Lauda e Scheckter, si trovava Emerson Fittipaldi, anche se staccato di trenta secondi. Ristabilitosi dall'incidente patito poco prima del Gran Premio di Gran Bretagna, Guy Edwards ritrovò il volante della Lola-Hill. La gara dell'austriaco della Ferrari proseguì per soli due giri, quando un guasto al cambio lo costrinse al ritiro. Formula 1 pleacă la drum ... Emerson Fittipaldi a adus primele titluri mondiale ale acestei echipei, în 1974. Peterson si trovava in grave difficoltà con gli pneumatici, e venne passato da Hulme, che così scalo secondo. Redman aveva già corso per la scuderia statunitense nel Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1973. Lauda led with 38 points, but he was only a point ahead of Fittipaldi, with Regazzoni and Scheckter lurking three points behind. Anche nel Mondiale F1 2020 vedremo al via dieci scuderie: l’unica novità riguarda l’addio alle scene della Toro Rosso, ribattezzata AlphaTauri.. Dichiarò forfait anche la scuderia nipponica Maki, che avrebbe dovuto esordire nel mondiale. Rientrò in pista ottavo; nello stesso giro si registrò l'abbandono di Jean-Pierre Jarier, che occupava proprio l'ottava posizione. Da quest'anno i numeri delle macchine rimasero fissi per tutta la stagione. È iniziata il 28 gennaio e terminata il 7 ottobre, dopo 15 gare, tre in più rispetto alla stagione precedente.Il titolo dei piloti è andato per la terza volta a Jackie Stewart e il titolo costruttori per la sesta volta alla Lotus. Anche l'Ensign aveva perduto l'appoggio del suo principale finanziatore, Teddy Yip, tanto da essere costretta ad appiedare Vern Schuppan, e ingaggiare Mike Wilds, che era stato impiegato dal Dempster International Racing Team nel Gran Premio di Gran Bretagna, in cui però aveva fallito la qualificazione. I colpi di scena non finirono: al quarantatreesimo Depailler andò in testacoda, Ickx, che lo seguiva, non poté evitare che le due vetture andarono a collisione, finendo entrambe nella sabbia della curva Texaco. Poco dopo lo stesso problema toccò anche all'altro duellante per il terzo posto, Clay Regazzoni. Nel frattempo minacciava di staccarsi l'alettone posteriore della BRM di François Migault, che fu costretto a rientrare ai box per la necessaria riparazione. Curiosamente i due costruttori all'esordio, la Maki e la Lyncar, affidarono la loro vettura a due piloti neozelandesi: la Maki scelse Howden Ganley, che aveva corso le prime due gare stagionali con una March, e che possedeva una certa esperienza in Formula 1, mentre la Lyncar optò per l'esordiente John Nicholson, che aveva corso due gare fuori campionato, sempre con la Lyncar, a inizio stagione, cogliendo il sesto posto nel BRDC International Trophy. Quattro giri dopo Clay Regazzoni passò Pryce che, dopo altri quattro giri, cedette la posizione anche a Reutemann. La pista, nel frattempo, si asciugava. In testa Peterson riusciva a contenere a malapena i tentativi di sorpasso di Fittipaldi; lo svedese era vittima di una foratura lenta, che lo rallentava. The 1974 season was the first in which teams had permanent racing numbers from race to race, after the system had been instituted in the middle of the previous season. Nello stesso giro Regazzoni retrocedette di un'ulteriore posizione, passato da Jochen Mass. Al quarantaseiesimo giro James Hunt subì la rottura di una sospensione posteriore: la sua Hesketh perse la ruota, partì in testacoda e l'inglese dovette abbandonare. Edizioni del campionato del mondo di Formula 1, Autodromo Municipal Ciudad de Buenos Aires, Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1973, Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1970, Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1974, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Campionato_mondiale_di_Formula_1_1974&oldid=117580958, Stagioni del Campionato mondiale di Formula 1, Voci con modulo citazione e parametro pagina, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Iscritto alle prove libere - Terzo pilota (TP), Iscritto ma non presente, non arrivato (NA). Il britannico, al quinto giro, si fermò a bordo pista per un problema al filtro della benzina, che tentò anche di riparare da sé, ma senza successo. La Iso Marlboro riportò in pista Tom Belsø, che mancava dal Gran Premio di Svezia, in luogo di Jean-Pierre Jabouille. La casa italiana sostituì la Shell quale fornitrice dei carburanti. Reutemann led early on, but was passed by both Peterson and Fittipaldi on lap 4. Nei primi giri si ritirarono le due BRM, Bertil Roos, e anche Mike Hailwood. Dal Canada Chris Amon, dopo la chiusura della sua scuderia, trovò un ingaggio alla BRM, al posto di Henri Pescarolo, che non trovava sufficientemente competitiva la monoposto. Gli organizzatori, per garantire il numero di 25 vetture in pista, fecero schierare sulla griglia anche l'altro non qualificato, Vern Schuppan, nel caso un altro dei piloti non fosse in grado di prendere parte alla gara. Gli pneumatici, a causa del surriscaldamento, si scollavano dal battistrada, questo poi si sfogliava, infine spezzandosi. Anche la Tyrrell dovette sostituire i due piloti titolati del 1973, a causa della morte di François Cevert e del ritiro di Jackie Stewart: arrivarono Jody Scheckter, dalla McLaren, e Patrick Depailler, già impiegato in un paio di gare nel 1972, che aveva corso nel 1973 in F2. 1951 primo champagne in f1. He pitted for tyres twice but found it to be no avail, and he was two laps down. La gara rimase congelata, almeno nelle prime posizioni, per diversi giri, mentre era più intesa la lotta per le posizioni di rincalzo. 22-02-1949. Diveniva sempre più difficile per Lauda gestire la sua vettura: al giro 72 venne passato anche da Fittipaldi. 1978 profeta in patria. È iniziata il 13 gennaio e terminata il 6 ottobre, dopo 15 gare, lo stesso numero di gare della stagione precedente. Scheckter retired with a blown engine, whereas Regazzoni soon passed Pace. Clay Regazzoni fu costretto all'abbandono al giro 23, per la rottura del cambio. La March portò all'esordio in F1 il pilota brianzolo trentaseienne Vittorio Brambilla. Era in dubbio la presenza di Guy Edwards, pilota della Lola-Hill: soffriva per dei dolori al polso, dovuti a un incidente di pochi giorni prima, in Formula 5000. Austria. 1980 4 posti, mondial 8. Belsø era già stato iscritto a un paio di gare dalla stessa scuderia inglese, nel 1973, senza prendere però parte a nessun gran premio. Lauda and Peterson maintained their positions at the start, whereas Pryce collided with Hunt and Carlos Reutemann, with all three retiring as Regazzoni took third. Il francese commise un errore di guida al Loews, consentendo allo svedese di innalzarsi al secondo posto. Al giro 14 Jean-Pierre Jarier fu costretto ai box da un problema tecnico: la lunga sosta lo fece precipitare in ultima posizione. The penultimate round of the championship was in Canada, and Fittipaldi took pole, just beating Lauda with Scheckter third. Attorno al quarantaseiesimo giro anche Pace, come prima di lui il compagno di team Reutemann, iniziò a soffrire per l'usura degli pneumatici. Clay Regazzoni conquistò la sua seconda vittoria del mondiale di Formula 1, dopo quella al Gran Premio d'Italia 1970. A sua volta il team di Hill impiegò una sola vettura, per il solo titolare, lasciando così a piedi Guy Edwards. Il titolo piloti andò per la seconda volta a Niki Lauda e il titolo costruttori per la quinta volta alla Scuderia Ferrari. Da questa stagione la numerazione dei piloti fu fissata ad inizio campionato. Due giri dopo Stuck fu costretto al ritiro, per un problema tecnico. Fittipaldi won the race from Regazzoni, with Peterson completing the podium. Il tedesco mancava, in campionato, dal Gran Premio del Canada 1973. Jacky Ickx colpì il suo compagno di scuderia, Ronnie Peterson, che finì in testacoda nella sabbia. Nello stesso giro dovette fermarsi, definitivamente, Emerson Fittipaldi. A seguito di una ricorso all'austriaco venne abbuonato un giro, e si trovò classificato quinto. Regazzoni took the lead at the start, whereas Lauda and Scheckter collided on the first lap at the Nord Kurve with the former retiring, and the latter continuing unscathed in second. Al quinto giro François Migault terminò contro le barriere alla chicane fuori dal Tunnel: il pilota risultò illeso. Al giro 57 Reutemann, vittima di una foratura, si fermò ai box, rientrando in gara dodicesimo. Al secondo giro Regazzoni passò Pace, per il secondo posto, mentre Ronnie Peterson prese la nona posizione ad Arturo Merzario. La stagione 1974 del Campionato mondiale FIA di Formula 1 è stata, nella storia della categoria, la 25ª ad assegnare il Campionato Piloti e la 17ª ad assegnare il Campionato Costruttori. Ancora due giri, e Carlos Pace passò anche Regazzoni, portandosi al secondo posto. Quattro giri dopo, per lo stesso problema, terminò la gara anche Reine Wisell, che era ottavo. Al quinto giro terminò la gara, e la carriera nel mondiale, Denny Hulme, fermato da un guasto al motore; nello stesso giro venne esposta la bandiera nera per Andretti, causata da una riparazione, non autorizzata, in griglia, prima della partenza. Ciò costerà la bandiera nera per il neozelandese. Negli ultimi giri Hunt si avvicinò al duo di testa, che però non venne mai minacciato. 1983 piacere en plein air. Si rivide, invece, la Amon, che aveva saltato la gara di Nivelles. Al terzo giro Regazzoni contava una decina di secondi di vantaggio su Scheckter, dodici su Reutemann, mentre erano molto più staccati gli altri piloti, con Mass a venti secondi dal podio, seguito da Depailler, Ickx e Hailwood. Anche la Parnelli aveva ottenuto grandi risultati nell'campionato USAC, con tre vittorie assolute per i piloti, e due vittorie a Indianapolis, nel 1971 e 1972.

Alessio Riccardi Wikipedia, Visita Medico Sportiva Agonistica Pisa, 5 Novembre Poesia, Cerco Lavoro Brescia, Odio Le Statue, Il Mattino Napoli Necrologi Di Oggi,